giovedì 3 agosto 2017

FEDE, SPERANZA E CARITÀ


Carissimi,

l'annuale appuntamento con la Festa in onore di Maria Santissima del Portosalvo, mi permette di condividere la gioia della fede e la certezza della protezione materna di Colei che Dio Padre scelse come Madre del Verbo incarnato e che Gesù, suo Figlio, ci affidò come Madre  nel momento del sacrificio supremo dall'alto della Croce!

Voi ben sapete che il titolo particolare di  “Maria Santissima del Portosalvo” ci richiama con forza la virtù della speranza poiché chi si affida alla Madre non può dubitare della Sua materna protezione e della vigilanza spirituale che Ella esercita sui figli che in Lei confidano. Ma la nostra speranza potrebbe divenire illusione se non è radicata nella fede e manifestata dalla carità volgendo lo sguardo e tendendo la mano a chi è nel bisogno, ai poveri, agli ammalati, a quanti vivono nella solitudine. Oggi la carità si esprime nell'accoglienza e nella solidarietà verso coloro che, provenendo da nazioni lontane e segnate da povertà, guerre, persecuzioni, trovano anche nelle nostre città una nuova possibilità di vita e di speranza.

La singolare manifestazione che si svolge ogni anno in mare aperto, tempo meteorologico permettendo, sia una testimonianza di fede, e non solo folkloristica, dei nostri marinai, si trasformi in una corale preghiera per coloro che  affrontano il rischio di pericolose traversate in cerca di salvezza e di libertà! Possano trovare fra noi quella solidarietà rispettosa della dignità propria di ogni persona e scoprano il compito della Madre di Gesù che intercede per ottenere all'umanità protezione e perdono, misericordia e salvezza, difesa e guida nelle avversità.
               
I giorni della Festa religiosa e popolare, pur modificandosi nel tempo, siano considerati  ormai patrimonio prezioso da non disperdere e costituiscano un'occasione privilegiata di catechesi mariana.  Maria di Nazareth, come Madre e Maestra di vita spirituale, ci insegna ad ascoltare la Parola di Dio, ad accogliere il mistero della grazia che il Signore dispensa ai suoi discepoli, ad affrontare le tempeste della vita con la certa speranza di giungere al sospirato porto dell'approdo in Dio!
Il mio augurio più bello per questa Festa in onore della Vergine Santa è duplice: prendere  l'impegno di pregare insieme in tutte le famiglie con una AVE MARIA e di compiere  un segno concreto di solidarietà. Saranno espressione della nostra gratitudine a Maria, per averci salvaguardati da tanti pericoli che ci hanno fatto percepire tutta la nostra fragilità.

Carissimi, vi esorto a custodire questo patrimonio che la comunità parrocchiale della Natività di Maria SS.ma custodisce e trasmette di generazione in generazione, senza dimenticare il  carissimo don Franco Marcone, la cui memoria vive nei vostri cuori con l'insegnamento ricco e indimenticabile. A sei anni dalla sua dipartita lo ricorderemo ancora insieme perché nulla della sua preziosa eredità di fede, di carità e di speranza, vada perduto o dimenticato. 
Di cuore vi benedico.



Nessun commento:

Posta un commento